Tutti i corsi di Shidokan del Giappone 2019

Domenica scorsa si sono svolti a Tokyo i campionati annuali All Japan Shidokan Open per la 39ª volta. Al via anche una delegazione tedesca del German Top Team di Reutlingen.

Michael "Ruffy" Ettlen è stato il grande sfortunato della squadra. Il suo avversario d'esordio nella kickboxing è stato il campione del mondo professionisti Adrian Weathersby dagli Stati Uniti, che nonostante il suo peso superiore è stato inserito nella classe dei pesi medi con breve preavviso e ha incontrato il Reutlinger lì. Già nel primo round, un coraggioso Michael si è dovuto arrendere quando è andato a terra dopo un calcio rotante alla testa ed è stato contato fuori. Ma era ancora nella fascia del Knockdown Karate e avrebbe dovuto competere nella finale della sua classe contro un combattente del Cile. Michael si è presentato a questo incontro pienamente motivato e desideroso di riportare l'oro in Germania. Proprio all'inizio del primo round, Michael colpì leggermente il suo avversario cileno alla testa con un pugno e fu ammonito. A quanto pare, questo ha plasmato la "tattica" del suo avversario per questo incontro e, nel migliore stile da calciatore, il cileno ha continuato a lamentarsi per presunti colpi bassi e alla testa (anche se Michael non era affatto attivo), provocando così una detrazione di punti per il tedesco, che è costata al Reutlinger l'incontro alla fine del tempo di combattimento. Una prestazione vergognosa da parte del cileno, che si è così assicurato l'oro e ha relegato un frustrato Michael Ettlen al secondo posto.

Sven Fortenbacher ha gareggiato nel Triathlon Shidokan e nella kickboxing in questo torneo di alta classe e ha avuto qualche problema con il suo avversario di apertura nella kickboxing dalla Mongolia, ma ha ottenuto una vittoria ai punti e quindi è avanzato alle semifinali. Tuttavia, la partita era già finita al primo round contro un combattente del Belgio, che ha mandato Sven al tappeto con un gancio al fegato. Il Reutlinger ha così ottenuto la medaglia di bronzo in questa categoria. Nel Triathlon Shidokan ha affrontato nei quarti di finale un lottatore giapponese, che ha controllato chiaramente per tre round ed è stato sul punto di arrendersi nel terzo round (MMA) senza opporre molta resistenza. A sorpresa, i giudici hanno assegnato un "pareggio" e si è combattuto un round supplementare in cui il giapponese ha costretto Sven ad arrendersi con un bulldog choke.

L'allenatore Peter Angerer avrebbe dovuto combattere un superfight di grappling senza limiti di tempo e di punti contro il peso massimo giapponese Kentaro Ishikawa. Poco prima dell'inizio dell'incontro, la direzione del torneo ha deciso che il combattimento sarebbe stato soggetto a un limite di tempo di 10 minuti, il che ha rovinato la tattica di Peter, che voleva trascinare l'incontro per sfiancare e sottomettere Ishikawa, che pesa oltre 20 kg. Ma si combatte con quello che c'è sul tavolo e così Peter ha ottenuto la mezza guardia all'inizio e ha lavorato costantemente per una spazzata, che è quasi riuscita dopo circa cinque minuti. Da quel momento in poi il giapponese ha fatto muro e ha usato tutta la sua forza e il suo vantaggio di peso per tenere Angerer a terra. Peter è sempre riuscito a respingere senza difficoltà i tentativi di sottomissione del giapponese e quindi l'incontro è stato dichiarato "pari" dopo 10 minuti.

Con partecipanti provenienti da tutto il mondo, l'All Japan Shidokan Open ha dimostrato ancora una volta di essere IL torneo di Shidokan a livello mondiale e che il suo prestigio è addirittura superiore a quello di un campionato mondiale.

Facebook
Twitter
it_ITItaliano
Scorri in alto